Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |


Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


L’assistente sociale: destra o sinistra? (3^ parte)

Ogni sistema sociale postmoderno ha un doppio sottosistema: la sicurezza sociale e l’assistenza sociale. La prima, la sicurezza sociale, è intesa come un complesso di attività ed iniziative sociali, pubbliche e private, dirette ad assicurare ai propri cittadini, in qualsiasi momento della loro esistenza, i mezzi necessari per soddisfare le loro necessità vitali, il benessere [...]

Continua...

L’assistente sociale: destra o sinistra? (2^ parte)

Ma noi assistenti sociali, in fin dei conti, siamo di destra o di sinistra? Da dove ci deriva, ad ogni buon conto, questo bipolarismo concettuale? Il pensiero politico-sociale riguarda proprio due scuole di pensiero storico e socio-economico: quello liberista, legato al libero mercato e allo Stato riparatore, e quello socialista, connesso all’azione diretta dello Stato [...]

Continua...

L’assistente sociale: destra o sinistra? (1^ parte)

“Che cos’è la destra, cos’è la sinistra?” recitava una famosa canzone del compianto Giorgio Gaber. Sentirci di destra o di sinistra ancor oggi crea identità, dà appartenenza, sostiene pure “opportunità di carriera” nel mondo del lavoro, ma crea all’assistente sociale vere e proprie trappole ideologiche che di fatto lo bloccano rispetto ad una “neutralità intelligente” [...]

Continua...