Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |


Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Lo statuto dei diritti del figlio e gli strumenti di tutela dei suoi diritti. (3^ parte)

3. Diritto del minore ad essere ascoltato L’art. 315 bis c.c. oltre ad individuare i diritti del minore, dispone il diritto del figlio minore di dodici anni, o di età inferiore ove capace di discernimento, di essere ascoltato in tutte le questioni e le procedure che lo riguardano. L’ascolto trova un primo riscontro nelle Convenzioni […]

Continua...

Lo statuto dei diritti del figlio e gli strumenti di tutela dei suoi diritti. (2^ parte)

2. Diritto all’amore e all’assistenza morale. Nell’art. 315 bis c.c., introdotto dalla legge 219/2012, viene enunciato il diritto all’assistenza morale nei confronti dei figli, che prevede l’interesse del minore nel ricevere «la componente affettiva indispensabile per una crescita sana e serena e per un equilibrato sviluppo della sua personalità». Questo principio è stato introdotto con […]

Continua...

Lo statuto dei diritti del figlio e gli strumenti di tutela dei suoi diritti. (1^ parte)

Mantenimento, educazione e istruzione come elementi fondamentali per la crescita del minore nell’ambiente familiare. Nel rapporto di filiazione che intercorre fra genitori e figli, si necessita distinguere i diritti e i doveri fondamentali, che ineriscono in tale relazione e che permettono di tutelare il minore nell’ambiente familiare. Tali diritti sono stati rilevati nello “statuto dei […]

Continua...

La filiazione: leggi e concetti fondamentali per la tutela della prole nell’ambiente familiare. (3^ parte)

IL SUPERIORE INTERESSE DEL MINORE E LA RESPONSABILITÀ GENITORIALE Il concetto di superiore interesse del minore è l’elemento centrale attorno al quale ruota l’intera disciplina giuridica delle relazioni fra genitori e figli. Questo concetto è strettamente connesso al suo sano e armonico sviluppo psicofisico ed è volto a considerare il minore come soggetto di specifica […]

Continua...

La filiazione: leggi e concetti fondamentali per la tutela della prole nell’ambiente familiare. (2^parte)

IL PRINCIPIO DELL’UNICITÀ DELLO STATO DI FIGLIO Il principio dell’unicità dello stato di figlio, introdotto con la legge delega n. 219 del 2012, è la struttura portante su cui si fonda tutta la Riforma, comprendente le varie modifiche al codice civile e le leggi speciali che sono state introdotte con il successivo decreto attuativo n.154 […]

Continua...

La filiazione: leggi e concetti fondamentali per la tutela della prole nell’ambiente familiare. (1^ parte)

Se un bambino deve tenere vivo il suo senso innato di meraviglia, ha bisogno della compagnia di almeno un adulto con cui condividerla, riscoprendo con lui la gioia, l’eccitazione e il mistero del mondo in cui viviamo.(Rachel L. Carson) LA FILIAZIONE Nel diritto civile il concetto di filiazione viene utilizzato per indicare il rapporto giuridico […]

Continua...

Violenza assistita e violenza di genere: due facce della stessa medaglia

In Italia, sono oltre 91mila i minorenni maltrattati seguiti dai Servizi Sociali su un totale di 457.453 bambini.1 Quest’ultimo rappresenta uno dei principali dati contenuti nella prima “Indagine nazionale sul maltrattamento dei bambini e degli adolescenti in Italia” condotta da Terre Des Hommes e Cismai per l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, con la collaborazione […]

Continua...

Sfumature del vissuto quotidiano dei minori: un terreno minato, tra devianza e rischio di criminalità. La prevenzione ed i processi di inclusione sociale (VIII parte)

CONCLUSIONI In conclusione il percorso effettuato, nel tentativo di comprendere da cosa derivi il disagio ed in particolare la devianza minorile, ha permesso di constatare un forte senso di disorientamento del minore all’interno della società, più precisamente nelle aree maggiormente significative durante il suo sviluppo. Sia la famiglia (precarietà degli equilibri e funzionalità educativo-formative) che […]

Continua...

Sfumature del vissuto quotidiano dei minori: un terreno minato, tra devianza e rischio di criminalità. La prevenzione ed i processi di inclusione sociale (VII parte)

Come si compila un progetto nel sociale Ecco perché a questo punto non si può non esaminare l’argomento della progettazione. Progettare vuol dire trovare il giusto equilibrio tra i bisogni che si vogliono affrontare, le risorse che si hanno a disposizione e lo scopo che si vuole conseguire. Un progetto è un insieme di azioni […]

Continua...

Sfumature del vissuto quotidiano dei minori: un terreno minato, tra devianza e rischio di criminalità. La prevenzione ed i processi di inclusione sociale (VI parte)

Il minore e lo scenario dei servizi Proviamo ad usare adesso una grande lente d’ingrandimento, per specificare la vasta gamma di possibili e diversi servizi rivolti ai minori, con lo scopo di prevenire forme antisociali. Saranno classificati in dodici modelli. Il primo modello racchiude al suo interno i servizi che rispondono al bisogno del minore, […]

Continua...