Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |


Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Un gioco di parole: la dimora abituale dei senza fissa dimora

La legge 328/2000 abolendo il domicilio di soccorso stabilisce che è il comune di residenza della persona il titolare alla competenza per gli interventi assistenziali. Ma cos’è la residenza? Intanto chiariamo, la residenza non si prende, non si mette, si ha e basta. E’ cioè una situazione di fatto a cui devono corrispondere le registrazioni [...]

Continua...

Diventare adulti: una ricerca possibile (terza parte)

Quarto indicatore direzionale: la bellezza. Cosa vuol dire testimoniare le bellezza? Diventare adulti vuol dire anche testimoniare le bellezza. Perché sobrietà, dialogo, autorevolezza o fermezza non annullano la bellezza del vivere e del crescere. Per rimandare al gusto del bello, all’importanza dell’estetica e alla forza del “piacere” liberamente e correttamente inteso. Bello perché da cercare, [...]

Continua...

Diventare adulti: una ricerca possibile (seconda parte)

Il primo indicatore valoriale, il primo indicatore direzionale, che voglio presentare all’interno di questa riflessione con voi sul diventare adulti e sull’educare è la giustizia. Giustizia intesa nella definizione più elementare e più antica (l’espressione è di Cicerone): “A ciascuno il suo”. Vuol dire “Dare a ciascuno il suo”. Diventare adulti vuol dire imparare ad [...]

Continua...

Diventare adulti: una ricerca possibile (prima parte)

Il titolo della serata “diventare adulti”, è sintesi particolarmente riuscita perché esprime, con due sole parole, il vincolante dinamismo che connota il nostro crescere orientato al diventare adulti. Perché non basta esserlo anagraficamente, ma bisogna diventarlo per poi restare dentro questo movimento con coerenza ed elasticità. E’ un concetto molto forte. Abitualmente tendiamo ad isolare [...]

Continua...