Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |


Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Messaggio in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne
25 Novembre 2009

“Il nostro obiettivo è chiaro: porre fine a questi crimini ingiustificabili – lo stupro come arma di guerra, la violenza domestica, il traffico a scopo di sfruttamento sessuale, i cosiddetti “delitti d’onore” o le mutilazioni genitali femminili. Dobbiamo affrontare le cause di questa violenza eliminando ogni forma di discriminazione e cambiando la forma mentis che la alimenta.”

Segretario Generale Ban Ki-moon

Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione n. 54/134 ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell’Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà (Colombia) nel 1981. Una data per ricordare il tragico omicidio, quarantacinque anni fa, delle sorelle Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal, eroine della lotta di liberazione della Repubblica Dominicana dal dittatore Trujillo (1930-1961).

Furono fermate dagli agenti segreti del servizio militare mentre cercavano di andare a far visita ai loro mariti in prigione. Furono sottoposte a numerose torture e poi vennero bloccate nell’abitacolo della loro automobile che fu spinta in un precipizio per simulare una morte accidentale. Per le violenze da loro subite e per il tragico epilogo che le ha coinvolte, sono diventate il simbolo internazionale della lotta contro la violenza alle donne.

La loro storia è stata raccontata da Julia Alvarez nel libro ‘Il tempo delle farfalle’, le sorelle infatti venivano soprannominate “les mariposas” (le farfalle) per bellezza, vivacità e per il fervore che avevano messo in campo durante il periodo rivoluzionario.

In Italia tale sensibilità verso il tema si sta sempre più diffondendo grazie all’operato continuo e intenso di tutte le organizzazioni non governative, le associazioni, gli operatori istituzionali che lavorano per garantire a ciascuna donna di sentirsi libera di essere DONNA!

Nel 2007 si è tenuta la prima manifestazione nazionale “Contro la violenza sulle donne” a Roma, dove hanno partecipato 150 mila donne, riuscendo ad ottenere un impatto mediatico volto a smuovere le coscienze e ad aprire gli occhi sul problema. Uno degli slogan diceva “Lo stupratore non bussa, ha le chiavi di casa”.

Quest’anno la manifestazione si terrà SABATO 28 NOVEMBRE A ROMA, ORE 14 DA PIAZZA DELLA REPUBBLICA A PIAZZA SAN GIOVANNI. Tutte le informazioni possono essere recuperate visitando il sito www.torniamoinpiazza.it, dove potrete anche trovare le numerose iniziative che si svolgeranno in tutta Italia.

Nel prossimo periodo in questa sezione potrete trovare gli articoli tecnici sul tema, i video dei convegni, i link delle organizzazioni no profit, la legislazione, la bibliografia e la filmografia. Ricordiamoci che siamo una comunità professionale che cresce grazie al confronto tecnico, pertanto accoglieremo volentieri ogni contributo che ciascuno si sentirà di dare sul tema.

Articoli Correlati

1 commento Lascia un commento »

  1. CHIEDO UN CONSIGLIO AI COLLEGHI CHE LEGGONO QUESTO MESS., HO INIZIATO A LAVORARE IN UN CENTRO DI CONTRASTO ALLA VIOLENZA PER DONNE MALTRATTATE, QUALCUNO PUò CONSIGLIARMI UN LIBRO SULLA MATERIA? GRAZIE MILLE!

    Commento by annarita — 17 gennaio 2011 [Permalink]

Lascia un commento

(obbligatorio)